SCIENZE DELLE ATTIVITA MOTORIE E SPORTIVE

Categoria:
Ambito
Retta:

€ 2500

 

Durata
3 anni
Ordinamento
2019
stato
Aperto
Crediti
180 CFU
Lingua
ITALIANO
Tipologia
Corsi di laurea
Normativa
D.M. 270/2004
Classe di laurea
L-22 – Classe delle lauree in Scienze delle attività motorie e sportive
Accesso
Libero

 

Titoli opzionali (a scelta fra i seguenti)
[DIPLOMA DI SCUOLA SUPERIORE] Titolo di Scuola Superiore
[TITOLO STRANIERO] Titolo straniero

 

Accesso ad ulteriori studi.
Accesso a studi di Secondo ciclo nel QF-EHEA / 7° livello EQF
Status professionale conferito dal titolo.
Gli sbocchi occupazionali previsti dal Corso di laurea in Scienze delle attività motorie e sportive sono: attività di professionista delle attività motorie e sportive, nelle strutture pubbliche e private, nelle organizzazioni sportive e dell’associazionismo ricreativo e sociale, con particolare riferimento a:
– mediatore nella prevenzione di rischio per la salute;
– operatore nella comunicazione dell’informazione tecnico-sportiva;
– organizzazione e promozione delle attività del tempo libero nelle varie fasce di età;
– educatore motorio nell’attività finalizzata al mantenimento della salute personale;
– consulente ed operatore di società sportive, palestre e/o centri sportivi pubblici e privati;
– preparatore fisico ed esperto nella programmazione delle attività motorie di allenamento;
– manager di strutture sportive più o meno ampie e complesse.
Tali funzioni potranno essere svolte presso centri sportivi e ricreativi, associazioni e federazioni, scuole, centri benessere, aziende specializzate nella produzione di materiale di settore. Nelle regioni che lo prevedono potranno essere impiegati anche presso strutture medico-sanitarie.
Caratteristiche prova finale.
La prova finale consiste nella preparazione di un elaborato redatto in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore e di un tutor disciplinare. Il laureando durante lo svolgimento della prova finale dovrà dimostrare competenza nei temi trattati, capacità tecniche-metodologiche e capacità di comunicazione.
Conoscenze richieste per l’accesso.
Per essere ammessi al Corso di Laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo da una apposita commissione, nonché di Diploma di scuola media superiore di durata quadriennale e del relativo anno integrativo o, ove non più attivo, del debito formativo assegnato. Sinteticamente le conoscenze richieste per l’accesso sono: nozioni elementari di anatomia umana (apparato locomotore, sistema nervoso, apparato respiratorio, apparato cardiocircolatorio e apparato digerente); nozioni elementari di chimica (legami chimici e molecole biologiche); nozioni elementari di biologia (cellula e teorie dell’ereditarietà); nozioni elementari di fisica (cinematica, dinamica, termodinamica e campo elettrico). Si richiedono inoltre rudimenti base di lingua inglese e la conoscenza della lingua italiana per gli studenti stranieri non madrelingua. La prova di ingresso non selettiva valuta le competenze di lingua italiana anche nel caso di studenti madrelingua.
Le conoscenze richieste per l’accesso al Corso e le modalità di verifica vengono definite dal Regolamento Didattico del Corso di Laurea. Lo stesso Regolamento altresì specifica gli obblighi formativi aggiuntivi previsti nel caso in cui la verifica non sia positiva.
Titolo di studio rilasciato.
Al termine del percorso di studi lo studente consegue il titolo di Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive. Il titolo conseguito appartiene al primo ciclo della formazione universitaria, ha valore legale e consente la qualificazione di dottore.
Obiettivi formativi specifici.
Gli obiettivi formativi specifici del Corso di Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive sono principalmente quelli tesi a formare professionisti dotati di una solida preparazione di base nell’area medico-educativa finalizzata allo sviluppo del benessere psicofisico delle persone e sul fronte dei fondamenti teorico-pratici necessari all’esercizio dell’educazione motoria e sportiva.
Il corso mira altresì a far acquisire ai suoi iscritti competenze di carattere educativo-psicologico, ludico e sportivo più efficaci ai fini:
– ricreativi;
– pedagogici;
– culturali;
– di socializzazione e prevenzione;
– di mantenimento e sviluppo della migliore efficienza fisica nelle diverse classi di età e nelle diverse condizioni fisiche;
– di comunicazione e gestione del rapporto professionale con le persone;
– di organizzazione, programmazione strategica e amministrazione di strutture sportive più o meno ampie e complesse;
– di interazione e collaborazione con i media sportivi e con i differenti stakeholders del mondo dello sport, sia su vasta scala, sia a livello di locale bacino territoriale
– di collaborazione con le diverse figure professionali che si interessano in modo olistico della persona;
– del lavoro di gruppo ed in autonomia nei diversi contesti d’intervento.

In particolare, il laureato in Scienze Motorie dovrà saper condurre, nell’ambito di contesti collegiali, attività motorie per l’età evolutiva, adulta e anziana, con finalità educative, preventive, compensative ed adattative.
Il corso intende inoltre fornire aspetti tecnici, didattici e metodologici per conservare e promuovere la salute, anche in chiave di prevenzione della malattia, e possedere specifiche esperienze nel campo della pratica motoria e sportiva, acquisite in attività formative professionalizzanti.

In ambito biomedico invece il corso prevede la conoscenza e il funzionamento:
– biologico dei processi cellulari di base degli organismi viventi;
– strutturale del corpo umano, con le sue principali applicazioni di carattere morfologico e morfo-funzionale;
– della fisica e della fisiologia, anche finalizzati alla identificazione e alla comprensione dei fenomeni biomeccanici;
– delle cause delle malattie nell’uomo, in relazione allo svolgimento delle attività motorie e sportive;
– dell’endocrinologia applicata all’attività fisica, con particolare riguardo all’assunzione di sostanze che possano nuocere alla salute;
– dei meccanismi con cui l’attività motoria contribuisce alla prevenzione delle principali malattie cronico-degenerative.

Inoltre Il corso di laurea prevede l’acquisizione di competenze socio-psico-pedagogiche quali:
– conoscenze fondamentali di pedagogia, psicologia e didattica nell’età evolutiva;
– processi di base dei comportamenti individuali e di gruppo;
– saper interpretare criticamente le valenze educative delle attività motorie e sportive;
– nozioni di didattica generale per essere in grado di eseguire programmi di insegnamento motorio-sportivo;
– conoscere criticamente la società multietnica;
– osservare e riconoscere le modalità di relazione con le persone nell’ambito delle attività motorie e sportive.

Infine a livello giuridico-economico e organizzativo-gestionale, il corso prevede l’acquisizione di:
– nozioni fondamentali di diritto pubblico, privato e dello sport;
– aspetti giuridici delle professioni legate alle attività motorie e sportive;
– principali norme legislative che regolano l’organizzazione di attività motorie e sportive;
– norme deontologiche connesse alla responsabilità professionale;
– elementi base di economia aziendale, marketing e strategia d’azienda, in ambito sportivo;
– nozioni di storia dello sport e del giornalismo sportivo.

Il corso è organizzato in modo da poter attivare due curricula di studio: uno più legato agli aspetti di educazione, rieducazione e potenziamento motorio e l’altro più incentrato invece sulle competenze utili alla gestione e la conduzione tecnico-amministrativa e manageriale di strutture sportive.
L’ordinamento è organizzato in tre anni e prevede l’erogazione in via telematica (in forma di didattica erogativa ed interattiva) e l’esecuzione di attività pratiche in presenza. Inoltre, il corso prevede esercitazioni pratiche interattive in aula virtuale, cicli di workshop pratici, seminari e attività di tirocinio formativo da svolgersi in idonee strutture che operano nell’ambito delle scienze motorie (in allegato centri convenzionati). Inoltre è previsto nel piano di studi anche l’approfondimento della lingua inglese per l’autoaggiornamento e lo sviluppo di skills comunicativi.

La verifica dell’acquisizione delle competenze richieste avverrà attraverso prove di valutazione finali e in itinere, proposte in forma scritta e/o orale e attraverso la realizzazione di un elaborato finale tesi su un tema attinente al curriculum degli studi. Gli insegnamenti si concludono con una prova di valutazione che deve comunque essere espressa mediante una votazione in trentesimi. Ciò potrà valere anche per le altre forme didattiche integrative per le quali potrà essere altresì prevista l’idoneità.

Descrittori di Dublino: I – Conoscenza e capacità di comprensione
DISCIPLINE MOTORIE E SPORTIVE

Al termine del triennio, lo studente conoscerà e comprenderà le principali teorie, metodologie e didattiche degli sport (individuali, di squadra, natatori e del gioco del calcio) e del movimento umano. Avrà inoltre acquisito e compreso le principali tecniche motorie e le metodologie didattiche necessarie alla programmazione, conduzione e gestione dell’attività motoria e sportiva dall’età evolutiva alla terza/quarta età.

BASI BIOLOGICHE, ANATOMICHE E FISIOLOGICHE

Al termine del triennio, lo studente conoscerà e comprenderà le funzioni del corpo umano e le principali basi biologiche, anatomiche e fisiologiche del suo funzionamento. Avrà inoltre acquisito e compreso i meccanismi biochimici che stanno alla base dei principali metabolismi.

MEDICO-CLINICO

Al termine del triennio, lo studente conoscerà e comprenderà la biomeccanica dei movimenti al fine di comprendere al meglio le principali patologie, di origini traumatica acuta o degenerativa da sovraccarico, che possono affliggere le strutture anatomiche deputate al movimento. Avrà inoltre acquisito e compreso le basi teoriche e metodologiche per la prevenzione e la riabilitazione, le principali nozioni dell’endocrinologia applicata all’attività motoria, nonché le conoscenze farmacologiche nell’ambito del doping in termini di riconoscimento, prevenzione e contrasto allo stesso.

PSICOLOGICO, PEDAGOGICO E SOCIOLOGICO

Al termine del triennio, lo studente conoscerà e comprenderà le principali teorie della pedagogia generale e del gioco, della psicologia dello sviluppo, della psicologia generale e della psicobiologia alla base del comportamento umano nell’intero ciclo di vita, con particolare riferimento ai processi cognitivi, relazionali, motivazionali e di apprendimento che si svolgono nei contesti formativi scolastici ed extra-scolastici dove possa essere praticata l’attività motoria e sportiva.

STORICO, GIURIDICO-ECONOMICO

Al termine del triennio, lo studente conoscerà e comprenderà gli istituti afferenti all’area del diritto civile, con particolare approfondimento dei contratti e della responsabilità, e all’area del diritto sportivo, con particolare riferimento alle istituzioni sportive, della contrattualistica sportiva e della responsabilità in ambito sportivo. Lo studente avrà inoltre acquisito e compreso la Costituzione e gli atti normativi e sarà in grado di valutare l’assetto dei poteri pubblici, nonché la Storia dello sport e del giornalismo sportivo.

LINGUE STRANIERE E INFORMATICA

Al termine del triennio, lo studente conoscerà e comprenderà conoscenze di base della lingua inglese, con particolare riferimento alla terminologia tecnico scientifica dell’area motoria e sportiva. In merito all’area informatica, acquisizione di conoscenze di base sul funzionamento del computer e sul suo corretto utilizzo, con riferimento ai più importanti software applicativi.

II – Capacità di applicare conoscenza e comprensione
DISCIPLINE MOTORIE E SPORTIVE

Il laureato in Scienze delle attività motorie e sportive sviluppa nell’arco del triennio la capacità di applicare al meglio le conoscenze acquisite nell’attività formativa in ambito sportivo, programmando e gestendo le attività motorie individuali e di gruppo, graduando adeguatamente i programmi e i carichi di lavoro in funzione del genere, dell’età, della condizione fisica e delle altre specifiche caratteristiche dei differenti fruitori. Tali competenze sono acquisite anche attraverso le attività di didattica interattiva, le attività pratiche specifiche e i periodi di tirocinio curricolare.

BASI BIOLOGICHE, ANATOMICHE E FISIOLOGICHE

Il laureato in Scienze delle attività motorie e sportive sviluppa nell’arco del triennio la capacità di applicare le conoscenze acquisite sul funzionamento del corpo umano per individuare i substrati energetici necessari per un specifica attività fisica e identificare le strutture anatomiche coinvolte nel movimento e comprendere l’interazione tra gli organi e/o gli apparati per programmare e gestire al meglio le attività motorie graduando adeguatamente i programmi e i carichi di lavoro in funzione dei differenti fruitori. Tali competenze sono acquisite anche attraverso le attività specifiche di didattica interattiva e i periodi di tirocinio curricolare.

MEDICO-CLINICO

Il laureato in Scienze delle attività motorie e sportive sviluppa nell’arco del triennio la capacità di applicare al meglio le conoscenze acquisite nell’attività formativa in ambito medico-clinico, nella riabilitazione motoria e sportiva volte al recupero funzionale del corpo nell’attività motoria e nella pratica sportiva. Tali competenze sono acquisite anche attraverso le attività specifiche di didattica interattiva e i periodi di tirocinio curricolare.

PSICOLOGICO, PEDAGOGICO E SOCIOLOGICO

Il laureato in Scienze delle attività motorie e sportive sviluppa nell’arco del triennio la capacità di padroneggiare le conoscenze teoriche fondamentali circa i processi cognitivi, relazionali, motivazionali e di apprendimento per la loro applicazione nell’attività professionale del laureato. Tali competenze sono acquisite anche attraverso le attività specifiche di didattica interattiva e i periodi di tirocinio curricolare.

STORICO, GIURIDICO-ECONOMICO

Il laureato in Scienze delle attività motorie e sportive sviluppa nell’arco del triennio la capacità di applicare al meglio le conoscenze acquisite in questo ambito, approcciandosi in maniera professionale alla gestione di organismi sportivi (semplici e complessi), interagendo e collaborando con altri professionisti allo scopo di risolvere i problemi legati all’area giuridica-economica. È in grado, inoltre, di interpretare la legislazione sportiva e la normativa vigente allo scopo di gestire in maniera adeguata organismi sportivi. Tali competenze sono acquisite anche attraverso le attività specifiche di didattica interattiva e i periodi di tirocinio curricolare.

LINGUE STRANIERE E INFORMATICA

Il laureato in Scienze delle attività motorie e sportive sviluppa nell’arco del triennio la capacità di comprensione e produzione linguistica, relativa alla lingua inglese, nell’ambito professionale del laureato. Tali competenze sono acquisite anche attraverso le attività specifiche di didattica interattiva. In merito all’area informatica, il laureato sarà in grado di comprendere le caratteristiche principali dell’hardware e sarà in grado di utilizzare i principali software di base e delle reti.

III – Autonomia di giudizio
Sulla base delle competenze teoriche, tecniche e pratiche acquisite, il laureato sarà in grado di:
– Operare in autonomia le scelte analizzando qualità, valore e significato dei programmi e interventi di allenamento in relazione all’età, al genere, alla condizione psico-fisica e delle altre caratteristiche specifiche del soggetto e del tipo di attività sportiva in relazione agli obiettivi;
– Valutare le caratteristiche e le criticità dei diversi contesti di sviluppo dove viene praticata l’attività motoria, individuando eventuali situazioni di disagio e indirizzando l’individuo verso altre figure professionali, dimostrando abilità di lavoro di rete;
– Rendere evidente, mediante gli insegnamenti afferenti all’ambito giuridico, gli aspetti di responsabilità penale e civile, dei comportamenti devianti sia dell’operatore professionale in ambito motorio e sportivo sia dei soggetti che a lui si affidano;
– Essere in grado di gestire, grazie alla presenza nel Corso di laurea di insegnamenti afferenti all’area psicologica e socio-pedagogica, gruppi e singoli individui praticanti attività motorie e sportive in tutte le fasi di crescita e all’interno di un contesto sociale complesso e in continuo cambiamento. In particolare, egli sarà in grado di: comunicare adeguatamente le modalità di svolgimento del lavoro e gli scopi attraverso la capacità di stimolare la partecipazione individuale e di gruppo con un’adesione consapevole da parte dell’utenza;
– Essere capace, attraverso poi una specifica preparazione conseguita sul fronte amministrativo-gestionale, di saper assumere ruoli di coordinamento e management di strutture sportive più o meno ampie e complesse.
L’acquisizione dell’autonomia di giudizio viene potenziata e valutata attraverso attività di rielaborazione critica, collegamento, analisi proposte in forma di didattica interattiva, attività pratica in presenza, le attività di tirocinio e di preparazione alla prova finale, integrata dall’interazione costante degli studenti con i docenti di riferimento ed i tutor didattici nelle aule virtuali.
IV – Abilità comunicative
Lo studente acquisirà le abilità comunicative per motivare, coinvolgere e rassicurare la propria utenza rispetto alla realizzazione dell’attività ed esporre in maniera adeguata e convincente le proprie competenze professionali al fine di favorire il proprio collocamento nel mondo del lavoro. Tutte queste abilità, che presuppongono il raggiungimento di obiettivi precedentemente individuati nel Corso di laurea, verranno sviluppate all’interno di unità didattiche attraverso attività in presenza, in aula, individuali e di gruppo in risposta a diversi quesiti proposti dal docente. Tali attività, quali anche presentazioni multimediali a proporre sotto forma di seminari, o di Journal club, ad una platea di ascoltatori costituita da docenti e colleghi di corso, potranno essere erogate anche in teledidattica. L’acquisizione delle abilità comunicative viene potenziata e valutata attraverso gli strumenti di didattica interattiva, attività pratica in presenza, le attività di tirocinio e di preparazione alla prova finale, integrata dall’interazione costante degli studenti con i docenti di riferimento ed i tutor didattici nelle aule virtuali.
Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione.
Italiano
V – Capacità di apprendimento
Allo studente, durante l’intero iter formativo, viene puntualmente rappresentata la necessità di un continuo aggiornamento scientifico e professionale, anche dopo la conclusione del percorso universitario. Nel corso degli studi vengono anche forniti gli strumenti culturali ed operativi per accedere alle banche dati scientifiche e tecniche anche internazionali. In particolare L’acquisizione della capacità di apprendimento viene potenziata e valutata attraverso canali differenziati a seconda che si tratti di apprendimenti teorici o pratico-operativi. Nel primo caso, parallelamente alle attività di didattica interattiva, vengono organizzati seminari sul metodo di studio. La capacità di apprendere procedure e tecniche viene potenziata e valutata attraverso l’attività pratica in presenza, seminari in presenza, laboratori nelle aule virtuali e tirocini.
Competenze associate alla funzione.
Il laureato sarà in grado di svolgere tali funzioni in forza delle competenze acquisite nel corso di studi attraverso gli esami previsti nel piano di studi, le attività pratiche e i tirocini curriculari. Tali competenze si possono indicare nei termini di:
– competenze nella analisi e gestione le dinamiche relazionali e affettive sia della singola persona sia dei gruppi scolastici e sportivi applicando, dopo averli correttamente individuati, gli strumenti e le metodologie didattiche e comunicative più appropriate ed innovative;
– competenze nella formazione e trasmissione la cultura del movimento, della prevenzione e dello sport lungo il corso dell’intero ciclo di vita, al fine di rendere l’attività motoria preventiva delle più comuni malattie metaboliche e funzionale al mantenimento di buon equilibrio psico-fisico;
– competenze nella conduzione e gestione di attività motorie e sportive in strutture pubbliche e private, associazionistiche in ambito agonistico e non, individuali e di gruppo, finalizzate alla prestazione sportiva, al benessere psico-fisico ed all’incremento/recupero delle capacità motorie;
– competenze di gestione e pianificazione del lavoro interno delle diverse realtà sportive;
– competenze di promozione e pianificazione di nuove iniziative all’interno delle diverse realtà sportive.
Funzione in contesto di lavoro.
Il laureato in Scienze delle Attività Motorie e Sportive potrà svolgere funzioni educative e tecniche in ambito sportivo-culturale-ricreativo, ma anche coprire incarichi di carattere gestionale, direttivo ed organizzativo. Il laureato sarà quindi in grado di ricoprire le seguenti funzioni:
– progettare, pianificare, condurre, gestire e valutare attività motorie individuali e di gruppo a carattere compensativo, adattativo, educativo, ludico-ricreativo, sportivo finalizzate al mantenimento del benessere psico-fisico mediante la promozione di stili di vita attivi;
– pianificare, condurre, gestire e valutare attività del fitness individuali e di gruppo;
– preparare sul piano atletico e tecnico nelle discipline sportive agonistiche e non agonistiche;
– organizzare eventi e appuntamenti sportivi;
– promuovere i veri valori dello sport con chiare finalità educative ed etiche, specie negli anni della formazione primaria;
– gestire strutture sportive più o meno ampie e complesse a livello tecnico-operativo, amministrativo-legale ed economico-promozionale.

Sei interessato e vuoi saperne di più?

Compila il form e sarai ricontattato al più presto dal nostro ufficio orientamento

Alcuni corsi in evidenza

Grazie per esserti iscritto!

La nostra newsletter è un canale prezioso attraverso il quale potrai rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, eventi, promozioni e contenuti speciali. Sarà un piacere condividere con te informazioni rilevanti, suggerimenti utili e risorse interessanti che speriamo possano arricchire la tua esperienza.

×